Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Varie ed eventuali’ Category

150° Anniversario dell'unificazione d'Italia

Auguri a tutti gli italiani nel 150° Anniversario dell’Unità di Italia.

Read Full Post »

I cittadini sono abituati ad avere qualsiasi contatto con l’esterno mediato da qualcosa o qualcuno.
Se il cittadino deve andare da qualche parte, prende l’auto. Se deve fare qualsiasi intervento in casa, chiama l’idraulico o il fabbro o l’elettricista. Se deve acquistare una casa va dall’agenzia immobiliare. (altro…)

Read Full Post »

Dylan Dog ha rappresentato il mio incontro con i fumetti nei primi anni novanta. Ora che sono una fumettomane, soprattutto di fumetti italiani e giapponesi, amo meno quelli americani, non lo leggo più da anni, direi ormai quasi un decennio, se non qualcuno di tanto in tanto o la collezione annuale a colori, così per tastare il terreno.
Cosa che non è servita molto a farmi ricredere sul fatto che a parte le prime decine di numeri, poi negli anni ripropongano sempre gli stessi temi in salse diverse tanto da essere diventato noioso e prevedibile. (altro…)

Read Full Post »

Seconda puntata dei colloqui più pazzi del mondo.

Oggi squilla il telefono. Numero sconosciuto, che già presagisce noie di solito. E la conversazione va pressapoco così:
(altro…)

Read Full Post »

Non fidarsi…mai!

Un padre, volendo insegnare al figlio a essere meno pavido, lo fa saltare dai gradini di una scala. Lo mette in piedi sul secondo gradino e gli dice: -Salta, che ti prendo.- Il bambino salta. Poi lo piazza sul terzo, dicendo: -Salta, che ti prendo.- Indi il padre lo sistema sul quarto, poi sul quinto, dicendo ogni volta: -Salta, che ti prendo-, e ogni volta il bambino salta e il padre lo afferra prontamente. A un certo punto il bambino è su un gradino molto in alto, ma salta ugualmente, come in precedenza; questa volta però il padre si tira indietro, e il bambino cade lungo e disteso. Mentre tutto sanguinante e piangente si rimette in piedi, il padre gli dice: – Così impari! Mai fidarti… Neanche se è tuo padre.”
James Hillman in Puer Aeternus

Read Full Post »

Read Full Post »

Ciao a tutti,

dopo  mesi di silenzio dovuti a varie vicissitudini personal-lavorative, rieccomi a scrivere sul blog, ospitato ora in un apposito sito web e non nello spazio dedicato da Wordpress, che comunque ringrazio tanto dell’ospitalità e, d’altronde, il blog al vecchio indirizzo è ancora presente, per quelli che lo frequentano.

Ovviamente è su solo per dare notizia che l’ho spostato, i commenti sono chiusi e in ogni post c’è il link corrispondente sul nuovo sito e quando la maggior parte del traffico utente si sarà spostata su questo nuovo, lo chiuderò.

Read Full Post »

Older Posts »